Google Translate

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified by : BTF, ed. by JRD (me!)

giovedì 8 luglio 2010

Nikola Tesla: riscopriamolo!

Nikola Tesla era un grande scienziato. Grande, perché non rubava idee dagli altri ma le congegnava lui stesso. E le sue idee le regalava agli altri. Non era ricco, e non poteva permettersi di patentare tutte le sue invenzioni. Credeva in quello che oggi viene chiamato l' "open source", il mercato libero delle idee. Per Nikola Tesla le invenzioni dovevano servire alla gente, alla società, e non per riempirsi le tasche. Oggi è difficile trovare un Nikola Tesla, non solo con questo spirito di servizio genuino alla società, ma anche qualcuno porti avanti il suo pensiero. Le sue idee erano talmente all'avanguardia che ancora oggi molte non sono state messe a frutto o meglio studiate. Eppure avrebbe ancora tanto da dire all'odierno mondo industrializzato per quanto riguarda le energie rinnovabili. Nikola Tesla sognava di mettere le redini alle fonti energetiche in mondo da poter dare energia gratuita al mondo. L'idea non piaceva alle industrie dell'energia e Tesla non ha mai trovato molto sostegno economico nelle sue ricerche!
Tesla ha sperimentato con la trasmissione dell'elettricità senza fili, che ancora oggi potrebbe essere studiato molto meglio.
Tesla ha sperimentato con la terra come fonte di energia elettrica, ho scoperta che la terra risponde a certe risonanze elettromagnetiche e quindi poteva diventare fonte quasi inesauribile di energia. Anche queste teorie ad oggi non sono stato messe a frutto.
Altre sue scoperte sono state "rubate" dagli altri, per esempio la trasmissione radio oltre-oceano da parte di Marconi, al quale Tesla aveva confidate le proprie ricerche alcuni mesi prima. Tesla era quasi pronto per fare le prime sperimentazioni effettive quando giunse la notizia che l'aveva appena fatto Marconi.

Tesla è una figura di un uomo sincero e umile ma con la mente da gigante. Anche ultimamente nVidia (produttore in particolare di processori GPU e schede grafiche) ha chiamato uno dei suoi più potenti processori GPU "Tesla" in suo onore.

Quanto mi sarebbe piaciuto conoscerlo a lavorare a suo fianco. Quanto mi piacerebbe potermi dedicare di più a sperimentazioni sull'energia elettrica. Chissà, con il tempo e se le circostanze mi permettono, forse qualche cosina farò pure io... Almeno a conoscere meglio e far conoscere!