Google Translate

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified by : BTF, ed. by JRD (me!)

lunedì 5 luglio 2010

La nascita del blog di John Romano D'Orazio

Forse un blog è un modo migliore per pubblicare pensieri che non un sito personale basato su CMS. Qualche anno fa mi sono creato un sito personale http://www.johnrdorazio.altervista.org come archivio personale, luogo di sperimentazione per la programmazione web... e credevo anche per pubblicare i miei pensieri. Ma a questo punto credo che un blog riesca meglio nel intento, almeno per quest'ultimo aspetto. Perciò apro pure il blog (oh, e ho abbandonato Windows Live Spaces già da qualche anno, sono diventato un fan di Google e tutte le cose Windows le ho prese in antipatia.)

Non era facile scegliere un titolo per il blog, e non so se manterrò l'attuale "Sal et Humus", ma intanto ne spiego il significato. "Sal" in latino è sale, quell'elemento molto comune nella cucina e nella conservazione dei cibi. Il sale dà sapore. Il sale rende le cose interessanti. Suscita, nella giusta quantità, il piacere di consumare un pasto. Da qui l'analogia con la sapienza. Il sale "dà sapore", la sapienza è il sapore della vita, della scienza e della conoscenza. E' frutto dell'esperienza e della conoscenza insieme. E' sapiente chi è esperto, chi ha esperienza; è sapiente chi sa, chi conosce. E' sapiente l'uomo che si mette in umile ricerca della verità, e si apre agli altri per cercarla insieme.

L'uomo per definizione è sapiente, "homo sapiens sapiens". E chi è l'uomo? Che cos'è umano? Cosa significa "umanità"? La radice della parola è questa: "humus". Ed ecco l'altro aspetto del titolo. Humus significa terreno, significa il luogo di provenienza, significa luogo di crescita, luogo fecondo, luogo "umido" in cui può nascere la vita. Da "humus" deriva, oltre ad "humanitas", anche "humilitas". Da humus deriva anche "humor". Humanitas, humilitas, humor, humus. E' tutto connesso. L'essere umili significa sapere di non sapere, e come diceva Socrate l'uomo sapiente è l'uomo che sa di non sapere. L'uomo che sa di non sapere è l'uomo che cerca di sapere di più. L'essere umani significa essere magnanimi e compassionevoli, significa apprezzare la cultura dell'uomo e della società umana. Significa avere una conoscenza a tutto raggio, un "umanesimo" che crede nel valore di tutto ciò che è dell'uomo, promuovere una cultura antropologica forte, credere che l'uomo è capace del bene ed è più uomo quando vive secondo la legge naturale iscritta nel suo animo.